Web-ART Meeting di COMUNICAZIONE

Web-ART Meeting di COMUNICAZIONE “La parola al corpo: alla ricerca del proprio stile di comunicazione” – Con la partecipazione del formatore MICHELE SILVESTRIN.

L’Associazione Culturale Fantalica continua a sostenere l’Arte, seppur a distanza!

Per questo motivo Sabato 30 maggio 2020, alle ore 16.00, Fantalica offre la possibilità, a tutti gli interessati e appassionati d’Arte, di partecipare ai Web-ART Meeting – Fantalica Aperta.
L’occasione giusta per approfondire, a titolo gratuito, un determinato aspetto della sfera comunicativa di proprio interesse, attraverso una piattaforma web.

Web-ART Meeting di COMUNICAZIONE

Come comunichiamo?
Solo pronunciando parole articolate o i canali comunicativi che usiamo sono molteplici?
E se non usiamo solo il linguaggio verbale quali altri strumenti comunicativi usiamo?
E come sono connessi fra loro?

Il Web-ART Meeting di COMUNICAZIONE, proposto con la collaborazione dell’attore e formatore Michele Silvestrin, intende accompagnare gradualmente il partecipante verso la scoperta e consapevolezza della complessità dell’atto comunicativo, nell’intreccio del linguaggio verbale, para-verbale e non verbale.

Durante la presentazione on line del 30 maggio, alle ore 16.00, Michele Silvestrin introdurrà il partecipante nel tema dell’ascolto: cos’è e perché ci serve? Dopo un breve excursus sul mondo comunicativoo si potranno approfondire brevemente alcuni argomenti trattati.

A conclusione i partecipanti potranno dare la loro adesione al percorso proposto dall’Associazione Fantalica, la cui partenza è prevista nel mese di giugno, con lezioni “in presenza”: rispettose dei protocolli previsti per l’emergenza Coronavirus.

Fantalica non si ferma e crede fortemente nell’importanza della relazione.
La Comunicazione è condivisione di un’esperienza, oltre che tecnica!

Ti aspettiamo per sperimentare con noi il vero significato dell’arte della COMUNICAZIONE!

PRENOTATI QUI!

Web-ART Meeting di DIZIONE

Web-ART Meeting di DIZIONE “Dal respiro alla parola – percorso alla scoperta delle parole che conquistano” – Con la partecipazione del formatore MICHELE SILVESTRIN.

L’Associazione Culturale Fantalica continua a sostenere l’Arte, seppur a distanza!

Per questo motivo Sabato 30 maggio 2020, alle ore 15.00, Fantalica offre la possibilità, a tutti gli interessati e appassionati d’Arte, di partecipare ai Web-ART Meeting – Fantalica Aperta.
L’occasione giusta per approfondire, a titolo gratuito, un determinato aspetto della sfera comunicativa di proprio interesse, attraverso una piattaforma web.

Web-ART Meeting di DIZIONE

 Comunicare attraverso la parola è uno dei grandi talenti dell’uomo, ma siamo davvero consapevoli della forza della PAROLA?

Il Web-ART Meeting di DIZIONE, proposto con la collaborazione dell’attore e formatore Michele Silvestrin, intende approfondire i concetti di base della comunicazione verbale e dell’emissione vocale attraverso esercizi pratici che toccheranno i principi del respiro diaframmatico, della parola come suono, degli accenti, della punteggiatura e delle pause, della voce espressiva e delle sue caratteristiche, della parola-immagine, nella convinzione che parlare bene fa stare bene.
Durante la presentazione on line del 30 maggio, alle ore 15.00, Michele Silvestrin dedicherà la prima parte dell’incontro alla presentazione del percorso in cinque tappe e a seguire proporrà un approfondimento sul tema della voce come strumento comunicativo ed espressivo.

A conclusione i partecipanti potranno dare la loro adesione al percorso proposto dall’Associazione Fantalica, la cui partenza è prevista nel mese di giugno, con lezioni “in presenza”: rispettose dei protocolli previsti per l’emergenza Coronavirus.

Fantalica non si ferma e crede fortemente nell’importanza della relazione.
La Dizione è condivisione di un’esperienza, oltre che tecnica!

Ti aspettiamo per sperimentare con noi il vero significato del fare DIZIONE!

PRENOTATI QUI!

Dizione: Voce e Comunicazione

Dizione: Voce e Comunicazione

Dizione e comunicazione sono in stretto rapporto tra loro, ma il valore di questo legame è troppo spesso sottovalutato.

La facoltà di farci capire e quindi comprendere dagli altri ha un alleato fondamentale nella conoscenza, competenza e quindi abilità di utilizzare le tante possibilità della Comunicazione.

Questa abilità espressiva, che si declina nel linguaggio verbale, pra-verbale e non verbale, risulta fondamentale al fine per esprimere con efficacia i nostri pensieri, idee, emozioni, statti d’animo, … al nostro interlocutore.

La voce è uno strumento di espressione importante. Ma, se comunicare con la voce ha come scopo quello di essere primario quello di essere uditi e capiti, sarebbe veramente ingenuo pensare che essere udito sia un sinonimo di essere ascoltati dal nostro interlocutore.

Questo vuol dire che le parole non devono fermarsi sulla soglia dell’orecchio, ma penetrare la mente, imprimersi nella memoria, conquistare il destinatario del messaggio ed infine innescare una reazione. Una risposta, un’azione, un’emozione, … Solo così potremmo comprendere il livello di efficacia della nostra comunicazione.

Perché la Dizione è importante?

Se una persona che parla il dialetto milanese dovesse intrattenersi in una conversazione con qualcuno che parla il dialetto sardo, difficilmente i due si capirebbero men che meno si comprenderebbero a vicenda.

Fortunatamente, soprattutto grazie al potere ‘onnipervadente’ dei media – radio, cinema e televisione, … – quasi tutti gli italiani sono in grado di parlare un italiano Regionale, lingua nazionale più o meno uniforme, grazie alla quale ci si può intendere vicendevolmente nell’intero stivale.

In molte zone d’Italia, soprattutto nelle aree urbane, le nuove generazioni non imparano nemmeno più il dialetto locale e parlano unicamente questo ‘italiano Regionale’

Ma questa lingua ‘Regionale’ è il corretto italiano neutro?

La risposta è, quasi sempre, no.

Se un milanese con la sua ‘pronuncia uniforme’ si avventurasse in qualunque zona d’Italia al di fuori della Lombardia, non appena aprisse bocca si sentirebbe chiedere: ‘Sei di Milano, vero?’.

E lo stesso accadrebbe con un Torinese a Milano, un Romano a Torino, un Palermitano a Roma, eccetera.

Ciò significa che nella pronuncia di tutte queste persone – ciascuna delle quali ingenuamente convinta di parlare in ‘italiano’ – c’è in realtà una marcata ‘colorazione regionale’ che tradisce la sua zona d’origine.

Se invece guardiamo un film in televisione, recitato o doppiato da professionisti, non saremo in grado di capire la ‘provenienza regionale’ delle voci che sentiamo. Loro stanno utilizzando davvero un ‘italiano neutro’.

Imparare ad esprimersi con una dizione corretta è vantaggioso per chiunque, in qualunque ambito privato e professionale, e non solo per gli attori!

Se però comunicare non è per noi una semplice questione di sopravvivenza, ma anche di buon gusto e di autorevolezza, allora dovremo osservare che non è importante solo la cosa in sé, ma anche il modo in cui la si presenta.

In conclusione, c’è modo e modo di ‘presentare le parole’, e noi vogliamo scegliere quello migliore!

Come farlo? È necessario educare la voce e imparare a usarla in modo consapevole.

Un corso di Dizione per TUTTI

Migliorare la propria capacità comunicativa è sempre utile, non si tratta solo di smussare la cadenza e migliorare gli accenti, ma spesso e volentieri fa la differenza tra capirsi o non capirsi.

Di sotto un simpatico video che consiglio di vedere!!!!

Saturday Night Live Italia – Sguburra: Dizione